Blog: http://astronik.ilcannocchiale.it

Basilicata alluvionata

Oggi sul noto quotidiano economico Il Sole 24 ore è stata pubblicata l’ennesima classifica fra capoluoghi di provincia, stavolta sulla qualità della vita,  da cui si evince che i due capoluoghi lucani vivacchiano nella parte medio bassa della classifica (http://www.ilsole24ore.com/speciali/qvita_2013/home.shtml ), non do molto peso a queste iniziative editoriali che lasciano il tempo che trovano in quanto utilizzano parametri facilmente manipolabili o interpretabili in maniera parziale.

Come molti lucani mi accorgo che la qualità della vita nella mia città e nella regione è scadente per un sacco di motivi.

Volendo giudicare da quanto oggi pubblicano i giornali c’è da deprimersi. Le notizie sull’ennesima alluvione che interessa il metapontino e gran parte del territorio lucano ci ricordano della fragilità del nostra terra ma non sono esenti da colpe i politici che hanno trascurato di adottare i provvedimenti legislativi e gli interventi che avrebbero senz’altro attenuato i danni del maltempo.

Si parla anche di mezzi di comunicazione sui giornali, in qualche caso per i danni arrecati a strade e ponti dal maltempo, ma si parla pure del clamoroso ritardo dell’Intercity proveniente da Roma, ritardi che stanno diventando regolari, si perché in Basilicata è “normale” il ritardo, è anormale la puntualità……

Il fatto è che siamo una regione che rischia di rimanere isolata su tutti i fronti: Basentana, Raccordo Potenza – Sicignano, SS 18 a Maratea, da un momento all’altro possono collassare.

A due settimane dalle elezioni che hanno rinnovato, si fa per dire, il Consiglio regionale; il nuovo presidente della Regione Basilicata avrà un compito arduo, tentare di risollevare le sorti di una regione che sta morendo. Anche il buon Pittella sa che molte cose promesse in campagna elettorale non le potrà mantenere anche perché fino all’altro ieri è stato esponente di primo piano dell’esecutivo e dirigente di quel PD che non lo voleva candidato alla presidenza che da sempre amministrano la Basilicata.

Sarei contento che già dall’anno prossimo, leggendo le varie “classifiche” che stilano fondazioni, istituti di ricerca, giornali potessi scoprire che la Basilicata non è più la prima nella classifica della povertà, prima in classifica quanto a disoccupazione e leader indiscussa nell’emigrazione.

 

Pubblicato il 2/12/2013 alle 21.24 nella rubrica BASILICATA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web