Blog: http://astronik.ilcannocchiale.it

La settimana di passione


Ultima settimana di questa strana campagna elettorale. Strana assai. Troppi i candidati e pochi i posti a disposizione in Consiglio Regionale, mi sarei aspettato molto più “trambusto”, sulle strade, negli spazi elettorali gli attacchini girano forsennatamente per coprire con il manifesto del loro candidato, quello di amici ed avversari, ci sono immagini che resistono solo pochi minuti, ma è sempre stato così. Di “santini” ne circolano pochi. Il comizio, quello nelle piazze, non si usa più, chi si azzarda a salire sul palco corre il rischio di parlare alla piazza vuota. Si fanno riunioni nelle sale al chiuso, al ristorante, in pizzeria, al bar, hanno inventato gli incontri con il caffè, la birra, l’aperitivo, ma con scarsissima partecipazione. Qualche adunata nei teatri con chiamata a raccolta delle truppe cammellate. Si tende ad affittare sale con pochi posti in modo che le riprese televisive o le foto non riportino clamorosi vuoti. La gente comune lucana è scettica e delusa, ad agitarsi sono solo i famigliari dei candidati, ma non tutti, e gli apparati di partito, ma ormai i lucani sono vaccinati, gli slogan, pure i più creativi, non incantano più nessuno.

Non c’è, fatte le debite eccezioni, partecipazione di giovani a questa campagna elettorale, gli studenti fuori sede rimarranno per la maggior parte a studiare nelle città sede della università scelta per proseguire gli studi, non verranno a votare tutti quelli che stanno lavorando fuori regione.

Solo sui social network c’è tanta animazione, sulle bacheche di facebook circolano manifesti e proclami, qualcuno si azzuffa, molto frequentato un gruppo creato per ironizzare sul modo di fare campagna elettorale. Su twitter è una sequela di cinguettii ma che non appassiona la grande platea, se la cantano e la se la suonano fra di loro.

Personalmente ho chiesto ad amici e conoscenti di non utilizzare la mia pagina su facebook per fare propaganda e devo dire che la stragrande maggioranza dei conoscenti ha rispettato il mio desiderio, partecipo al cazzeggio e allo sfottò elettorale ma in maniera del tutto scanzonato.

Aspettiamo che passi questa settimana di passione, sono sicuro che ci sarà un nuovo calo di votanti e mi sbilancio nell’affermare, senza paura di essere smentito, che il maggior partito lucano sarà quello degli astensionisti.

Spero che la gente sappia individuare negli oltre 200 contendenti persone serie ed affidabili, che di sicuro non mancano, e non affidino il loro voto a persone spregiudicate, professionisti della politica a tutti costi che non si fanno scrupolo di passare allegramente da una coalizione all’altra, da un partito a quello che hanno combattuto fino a ieri, fuori i voltagabbana dal Consiglio Regionale!

Lucani informatevi bene su chi vi chiede il voto, non premiate i mediocri, quelli che vogliono essere eletti a tutti costi perché hanno solo sete di potere.

Pubblicato il 10/11/2013 alle 7.36 nella rubrica POLITICA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web