Blog: http://astronik.ilcannocchiale.it

La carta di Potenza per la Basilicata



Stamattina nel corso di una conferenza stampa è stata presentata la “Carta di Potenza per la Basilicata” nata da un’idea della geologa Prof. Albina Colella e di un cittadino della Valdagri, Nicola Falvella, che hanno raccolto una serie di proposte provenienti da semplici cittadini e da esponenti del movimentismo ambientale lucano.

E’ un esperimento di democrazia partecipata finalizzata alla proposta da far sottoscrivere ai candidati governatori ed ai candidati che partecipano alla competizione elettorale del 17 e 18 novembre prossimi.

Si tratta di 16 proposte che i candidati governatori ed i candidati consiglieri possono sottoscrivere il documento davanti ad un notaio, con la possibilità di firmare solo i punti che condividono. Starà poi al candidato spiegare ai suoi elettori e alla stampa le motivazioni della mancata firma ai punti che non condivide. Ogni punto avrà una penale da pagare in caso di mancata applicazione durante il mandato elettivo come Presidente Regionale. Questa penale, però, potrà essere soltanto volontaria e non obbligatoria.

In considerazione della documentata correlazione tra inquinamento ambientale ed insorgenza di patologie (tra cui quelle tumorali), i candidati che firmeranno accetteranno ufficialmente il nesso causale fra attività legislativa inadempiente alle promesse fatte in campagna elettorale, e l’irrimediabile ricaduta sociale, in termini di danni alla salute della comunità che li avrà eletti. Per questo motivo i candidati firmatari accetteranno come giusta e moralmente vincolante una penale volontaria corrispondente all'1% dello stipendio ricevuto durante la legislatura (da versare poco prima della sua conclusione) per ogni proposta firmata e non applicata, e come incontestabile la scelta delle associazioni (di ricerca in ambito oncologico) a cui devolvere una quota del proprio stipendio.”

Trovate le 16 proposte su questo blog: http://www.cartadipotenza.blogspot.it/

Potete scaricare il documento in PDF cliccando su questo link:

https://docs.google.com/file/d/0B2-Q3CwxP1MyTjhpU2N3Um5zbkE/edit?usp=sharing&pli=1

Qui di seguito l’elenco sintetico delle proposte.

Proposta N°1

“Applicazione delle norme vigenti per la perimetrazione e tutela delle aree di salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano.”

(Proponente: Prof.ssa Albina Colella)

Proposta N°2

“Realizzazione di un Centro di Studi sulle Aree Petrolifere (CSAP) indipendente politicamente e di alto profilo tecnicoscientifico, in grado di raccogliere dati, effettuare misure e analisi, gestire i monitoraggi.”

(Proponente: Prof.ssa Albina Colella)

Proposta N°3

“Realizzazione di un monitoraggio ambientale integrato e continuo di tutte le matrici ambientali necessarie.”

(Proponente: Prof.ssa Albina Colella)

Proposta N°4

“Realizzazione del Bianco Ambientale relativo ai territori interessati da attività antropiche/industriali potenzialmente impattanti.”

(Proponente: Prof.ssa Albina Colella)

Proposta N°5

“Realizzazione di Mappe Epidemiologiche Georeferenziate per i territori interessati da attività industriali impattanti: uno strumento per le politiche ambientali.”

(Proponente: Prof.ssa Albina Colella)

Proposta N°6

“Legge Regionale che vieti nuove estrazioni petrolifere e che disponga un ferreo monitoraggio dei pozzi esistenti.”

(Proponente: Prof.ssa Maria Rita D'Orsogna)

Proposta N°7

“Ritiro dei permessi petroliferi "Monte Cavallo" e "Tardiano".”

(Proponente: Prof. Franco Ortolani)

Proposta N°8

“Chiusura immediata dei pozzi di immissione di fluidi ad alta pressione nel sottosuolo (pozzi di reiniezione).”

(Proponente: Prof. Franco Ortolani)

Proposta N°9

“Messa in sicurezza antisismica degli edifici ricadenti nell'area epicentrale del sisma del 1857.”

(Proponente: Prof. Franco Ortolani)

Proposta N°10

“Spostamento del Centro Oli di Viggiano a valle dell'invaso del Pertusillo.”

(Proponente: Prof. Franco Ortolani)

Proposta N°11

“Depurazione delle acque di scarico urbano e delle attività produttive provenienti da insediamenti ubicati a monte dell'invaso del Pertusillo, e costruzione di condotte per la derivazione delle acque depurate a valle dell'invaso.”

(Proponente: Prof. Franco Ortolani)

Proposta N°12

“Estensione della Valutazione di Impatto Sanitario e della Valutazione del Danno Sanitario ai 5 siti più inquinati della Basilicata.”

(Proponente: Dott. Giambattista Mele)

Proposta N°13

“Proposte di soluzione della questione Fenice-EDF, relative alla salvaguardia del territorio e della salute pubblica dell'area Nord della Basilicata.”

(Proponente: Comitato “Diritto alla Salute” - Lavello)

Proposta N°14

“PRINCIPIO DI PRECAUZIONE - Impegno ad applicare il principio di precauzione ad ogni attività industriale con particolare riferimento alla ricerca ed estrazione di idrocarburi in terraferma e in mare. ”

(Proponente: Avv. Giovanna Bellizzi)

Proposta N°15

“Tutela dei siti archeologici in mare dalle istanze di ricerca di idrocarburi nel Golfo di Taranto, incompatibili con il patrimonio archeologico sommerso.”

(Proponente: Avv. Giovanna Bellizzi)

Proposta N°16

“Proposta di Legge Regionale Rifiuti Zero: per una Basilicata sostenibile.”

(Proponente: Comitato Promotore Nazionale «Legge Rifiuti Zero»

Pubblicato il 31/10/2013 alle 22.36 nella rubrica BASILICATA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web