Blog: http://astronik.ilcannocchiale.it

Potenza in serie C1! Grazie San Gerardo!

 


Chi l’ha detto che il 17 porta male? Questa giornata, il 17 giugno, la ricorderanno per tanto tempo i tifosi del Potenza. Erano 17 anni che la squadra cittadina, dopo traversie e tribolazioni, dopo qualche anno nell’inferno dei campionati dilettantistici (la serie D) attendeva di risorgere. Ed il miracolo è avvenuto. Grazie San Gerardo!

A dirla tutta non erano in molti a settembre 2006 ad ipotizzare la promozione del Potenza. La Società dopo aver rischiato il fallimento è stata “comprata” dal giovanissimo imprenditore Giuseppe Postiglione che senza l’aiuto di politici e faccendieri ha sborsato un bel gruzzoletto ed ha salvato la patria. Era stato pianificato un campionato dignitoso, un trampolino di lancio per gli anni successivi. Ci sono state varie traversie durante l’anno, il sequestro del Viviani, il licenziamento dell’allenatore, l’avvicendamento di molti giocatori. Si è navigato a metà classifica fino a quando il mister fatto in casa, Arleo, ha assunto le redini della squadra e siamo arrivati ai play off. Insperati. Il resto è storia recente. Superato il Gela si è arrivati alla scontro finale con il Benevento, squadra attrezzata per il salto di categoria. L’entusiasmo in città è salito alle stelle. Caccia al biglietto per la gara interna, pienone, entusiasmo alle stelle per la vittoria, 1 – 0 di misura ma pur sempre vittoria. Poi c’è stata la settimana di passione, pur se Pasqua non c’entra nulla. Per la gara di oggi a Benevento c’è stato il giallo del decreto del Prefetto della città sannita che senza una valida giustificazione ha interdetto lo stadio alla tifoseria potentina. Uno scandalo! Il Prefetto s’è vestito da tifoso e ha combinato un pasticcio! Diplomazie all’opera (questura, prefetto e sindaco di Potenza) ed il vergognoso provvedimento è ritirato. Ma i tagliandi per Benevento sono solo 500. Fortunato chi lo ha potuto acquistare. S’è aperto il mercato nero e si sono diffusi biglietti falsi. Poi arriva un’altra doccia fredda, ieri, a poche ore dal match la strana squalifica di Arleo. Altra porcata per tentare di scompaginare il team rossoblu!. Poi la partita. Bella, intensa, con tanti capovolgimenti di fronte. Segnano prima loro. Si arriva ai supplementari, loro con le pile scariche noi con la rabbia per tutti quegli inconvenienti. Pareggio. Delirio. Il fischio finale. L’apoteosi.

Non sono mancate quelle cose che mai si vorrebbero vedere in uno stadio. La vile aggressione in tribuna stampa ad un cronista di Telecento, il ritardo dell’intervento delle forze dell’ordine.

In tribuna travestito da tifoso c’era il Ministro Mastella, gli è andata male, un ministro non può fare l’ultras! Questa sera lui e tutti i suoi compaesani devono prendere qualche medicina per la bile ed il mal di fegato…… Noi invece festeggiamo…. Pazzi di gioia.

Pubblicato il 17/6/2007 alle 22.48 nella rubrica SPORT LUCANO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web