.
Annunci online

astronik
UN LUCANO DOC - Dialoghi e immagini da una terra antica che non vuole morire.


Diario


24 giugno 2008

Stipendi d'oro e facce di bronzo - 2

 

Le vignette di Giulio sono su
www.iltratto.splinder.com
BubbleShare: Share photos - Powered by BubbleShare


Lo scoop lo fece Il Quotidiano della Basilicata che martedì 4 giugno in prima pagina titolò “Doppio stipendio d’oro – Il presidente Maria Altezza guadagna 27.550 euro al mese”. Lo stesso giorno pubblicai sul mio blog un post sull’argomento dal titolo “Stipendi d’oro e facce di bronzo”. Nei giorni successivi tutti i media si impadronirono della notizia.
Fra le varie iniziative una lettera di alcuni operai della Sata con cui si stigmatizzava la vicenda.
Il Quotidiano della Basilicata di domenica 22 giugno, sempre in prima pagina, pubblicava la “provocazione” del segretario regionale della CGIL Antonio Pepe che invitava i quattro beneficiari della doppia indennità (ricordiamoli, i senatori Antezza e Chiurazzi del PD e Latronico e Di Gilio del PDL) a destinare le “risorse” aggiuntive ai famigliari delle vittime degli infortuni sul lavoro.
Sempre sul giornale dell’ottimo direttore Paride Leporace, ieri a pagina 13 (questa volta la notizia non è stata ritenuta degna della prima pagina, bravo direttore!!!) sotto il titolo “Darò la mia indennità ai vescovi” le parole virgolettate di Cosimo Latronico con cui viene annunciato al mondo intero che il surplus degli stipendi verrà destinato alla beneficenza attraverso la “mediazione” dei prelati lucani. Troppo buono. E, soprattutto, troppo tardi! E, me lo consento, troppo comodo.
E già, con i soldi dello Stato, quindi di tutti noi, il neo Senatore Latronico vuol fare bella figura destinando ad opere di carità lo stipendio che la Regione Basilicata continua a dargli. In effetti Latronico, Di Gilio, Altezza e Chiurazzi pare che le dimissioni le hanno presentate subito dopo l’elezione a Senatore ma per una serie di inghippi legislativi c’è bisogno della ratifica di un voto del Consiglio Regionale. Come ho scritto nel mio post del 4 giugno in altre regioni per casi analoghi non si è presentata la stessa situazione.
Per dirla tutta non so se la medesima sensibilità il Senatore Latronico l’avrebbe avuta se non fossero stati “sgamati” dal bravo giornalista Salvatore Santoro.
Mentre sulla stampa locale si continuava a fare i conti in tasca ai 4 doppiostipendiati, si sono susseguite molte notizie che riguardano la ormai irreversibile crisi economica che riguarda la nostra “povera” Basilicata. Si parla della terribile crisi del polo salottiero del materano, si parla della crisi economica certificata da Svimez ed ISTAT, dei tagli nel settore scolastico, di emigrazione e di povertà. Oddio i giornali hanno dato pure fin troppo spazio al teatrino della politica locale, le beghe interne al PD, l’area del Centro che si affolla sempre di più, della diaspora socialista.
In tutto questo parlare non si tiene conto dei problemi di quei lucani che non volendo prendere la valigia devono sopravvivere in una regione con sempre meno servizi e con sempre più criticità.
Qualcuno ha pure smesso di indignarsi perché nonostante tutto il parlare che se ne fa non cambia nulla. Le Caste continuano a proliferare e quelli come i quattro nostri Senatori fanno “faccia cuzzett“!.


sfoglia     maggio        luglio
 
 




blog letto 1131083 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
OLA
BASKET LUCANO
POLITICA
LA CITTA' DI POTENZA
SPORT LUCANO
SPORT... IN GENERE
BASILICATA
AMBIENTE
TRASTULLO

VAI A VEDERE

SOLOLIBERALANIMA
CIRCOLO ANGILLA VECCHIA
ENZO FIERRO BLOG
MELANDROWEB
IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
GAZZETTA DEL MEZZOGIONO
Libera cittadinanza
Liberi da OGM
DISINFORMAZIONE
IL MIO TG
FEDERBASKET BASILICATA
BASILICATANET
SOCIETA' CIVILE
PEPPINO IMPASTATO
CORRIERE DELLA SERA
REPUBBLICA
COMUNE DI POTENZA
ITALIA NOSTRA
ARTICOLO 21
TELEVIDEO RAI
ANSA BASILICATA
ECOAGE
APT BASILICATA
ARPAB
VISITA LA LUCANIA
UNIVERSITA' DI BASILICATA


 
Astronik Antonio Nicastro
Crea il tuo badge

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CERCA