.
Annunci online

astronik
UN LUCANO DOC - Dialoghi e immagini da una terra antica che non vuole morire.


Diario


11 agosto 2013

Vino divino

 

Non sono un amante dei vini, non ho alcuna cognizione sull’enologia, solo un paio di volte ho partecipato alla vendemmia ma sono convinto che i vini lucani e l’aglianico in particolare sono fra i migliori, le varie rassegne a livello nazionale hanno spesso premiato i “nostri” vini, sapevo che l’azienda che raccoglie i maggiori consensi è la Cantine del Notaio di Rionero in Vulture ma mai avrei immaginato che la famiglia Giuratrabocchetti avesse creato un qualcosa di così straordinariamente efficiente per produrre eccellenti vini che onorano le tavole dei ristoranti più prestigiosi e sono apprezzati in ogni angolo del mondo, non è un caso se la vetrina dei premi è piena di riconoscimenti!

Procediamo con ordine.

L’occasione di visitare il luogo in cui si producono i vini delle Cantine del Notaio me l’ha messa su un piatto d’argento quell’autentico istrione del giornalismo lucano che è Angelomauro Calza, creatore del TiGiuro, una sorta di TG fra il serio e il satirico che tanto successo sta avendo su Facebbok, con lui mi diverto a collaborare e in qualità di “redattore” del TiGiuro ho accompagnato il “direttore” per uno speciale in occasione della tappa rionerese di Cinemadivino, la rassegna dei migliori film della stagione da vedere in scenari e location particolari degustando vini di assoluto pregio.

Quindi in “missione” per il TiGiuro ho avuto l’onore di conoscere di persona il dr. Gerardo Giuratrabocchetti, patron delle Cantine del Notaio, persona squisita ed innamorato del suo”lavoro”, autentica autorità di fama internazionale nel campo dell’enologia.

La vista guidata nella cantina dove si producono vini che onorano la tradizione enologica lucana per me è stata una scoperta di un mondo, quello della produzione di vino, che nell’immaginario collettivo non ha quella scientificità che ho avuto modo di apprendere grazie all’istruttivo percorso guidato e alle spiegazioni del dr Giuratrabocchetti che ha illustrato al folto gruppo di intervenuti alla manifestazione tutto il processo che porta le uve dei vigneti del Vulture a diventare il pregiato vino apprezzato in tutto il mondo. Mai avrei immaginato che le più moderne tecnologie e l’informatica potevano essere utilizzate per produrre vino.

Ben vengano iniziative come Cinemadivino che contribuiscono ad abbinare la passione per il cinema al far conoscere i prodotti tipici lucani ed, in questo caso, far apprezzare in maniera consapevole un vino che forse è più conosciuto fuori dai confini regionali.

sfoglia     luglio        settembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
OLA
BASKET LUCANO
POLITICA
LA CITTA' DI POTENZA
SPORT LUCANO
SPORT... IN GENERE
BASILICATA
AMBIENTE
TRASTULLO

VAI A VEDERE

SOLOLIBERALANIMA
CIRCOLO ANGILLA VECCHIA
ENZO FIERRO BLOG
MELANDROWEB
IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
GAZZETTA DEL MEZZOGIONO
Libera cittadinanza
Liberi da OGM
DISINFORMAZIONE
IL MIO TG
FEDERBASKET BASILICATA
BASILICATANET
SOCIETA' CIVILE
PEPPINO IMPASTATO
CORRIERE DELLA SERA
REPUBBLICA
COMUNE DI POTENZA
ITALIA NOSTRA
ARTICOLO 21
TELEVIDEO RAI
ANSA BASILICATA
ECOAGE
APT BASILICATA
ARPAB
VISITA LA LUCANIA
UNIVERSITA' DI BASILICATA


 
Astronik Antonio Nicastro
Crea il tuo badge

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CERCA