.
Annunci online

astronik
UN LUCANO DOC - Dialoghi e immagini da una terra antica che non vuole morire.


Diario


16 maggio 2009

Per la Basilicata

E’ tempo per una nuova mobilitazione dei lucani. Si briga a tutti i livelli per mettercelo in quel posto. Io non ci sto e come me non ci stanno tanti cittadini, solo che occorre ri-aggregare tutte le persone, le Associazioni, i Movimenti che hanno per davvero a cuore il futuro della nostra amata terra.
Lo diciamo da tempo che la Basilicata è nel mirino di spregiudicati gruppi affaristici che con la scusa di attuare politiche ambientali ed energetiche stanno tentando di violentare il nostro territorio. Petrolio, mega-centrali altamente incompatibili con il territorio, discariche, rifiuti nucleari rappresentano la nuova frontiera dell’affarismo a spese dei lucani, sono all’opera lobbies e faccendieri di tutte le specie ed abbiamo una classe politica locale che non se definire complice o scellerata nell’avallare certe scelte o favorire insediamenti che non tengono conto della peculiarità della nostra Basilicata.
Ci si mette poi il Governo centrale che si accanisce in maniera sistematica, secondo me Berlusconi & soci non digerirono lo smacco del 2003 con la Lucania intera mobilitata nel rifiutare le scorie nucleari a Scanzano, ed ora ce la vogliono far pagare con gli interessi.
Sono anni che si opera chirurgicamente per creare le condizioni per “colonizzare” la terra di Basilicata in modo da poter permettere l’insediamento di tutte quelle attività che arrecherebbero tanti benefici a quegli imprenditori dei settori dell’energia, dello smaltimento dei rifiuti e di chi opera nel settore dei cosiddetti servizi ambientali e solo danni a noi lucani.
Ed allora si spiega perché nessuno muove un dito contro lo spopolamento della Basilicata, a nessuno frega un tubo se la quasi totalità delle giovani eccellenze lucane devono trovare lavoro fuori regione, nessuno si ribella perché la Basilicata viene tenuta nel completo isolamento e le tante infrastrutture di cui ha bisogno rimangono promesse dei vari governi che si susseguono.
Le uniche risorse che potrebbero portare ricchezza, la natura e l’ambiente stanno per essere compromesse irreparabilmente.
Tocca a noi lucani, alle persone sensibili e di buona volontà, mobilitarci per opporre una dura e fiera resistenza.
Mi rivolgo, quindi, agli amici di tante battaglie, alle Associazioni, ai Movimenti per sottoscrivere l’appello della OLA firmato già da tre Associazioni, che riporto qui in calce.
Chi vuol aderire faccia pervenire una mail a questo recapito:  adesioni@olambientalista.it

                                                                  __________

APPELLO
"NON TRASFORMATE LA BASILICATA IN COLONIA ENERGETICA E PATTUMIERA D’ITALIA"

La Ola Organizzazione Lucana Ambientalista, coordinamento apartitico di associazioni e comitati di cittadini e le associazioni firmatarie dell'appello "non trasformate la Basilicata in colonia energetica d'Italia" fa appello, ai cittadini, alla società civile lucana, alle Istituzioni e alle organizzazioni politiche e sindacali ancora sane affinché non venga portato a compimento il disegno di trasformare la Basilicata in colonia energetica e pattumiera d'Italia.
Infatti, di recente, Il ministro dell’Ambiente Prestigiacomo ha firmato sette decreti di pronuncia di compatibilità ambientale per opere considerate strategiche per lo sviluppo economico. I progetti riguardano cinque centrali termoelettriche tra cui le mega centrali di Salandra e Pisticci (Matera), rispettivamente delle società Basento Energia (400 MW) e della Sorgenia (800 Mw). 
Oltre alle due centrali termoelettriche in Val Basento, il ministro Prestigiacomo ha firmato il decreto VIA per il metanodotto Massafra-Biccari-Campochiaro che assieme al mega stoccaggio di gas russo dell'accordo ENIGazprom della Geogasstock, sempre in Val Basento, ed il distretto dell’Energia con le estrazioni di petrolio in Val d’Agri trasformano la Basilicata in “colonia energetica” d’Italia con le annesse servitù dei rifiuti industriali che stanno disseminando la regione di discariche chimiche di ogni genere.
Le associazioni firmatarie biasimano le dichiarazioni farneticanti degli esponenti di governo della Regione Basilicata che, in occasione dell’approvazione del nuovo Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale (PIEAR) hanno dichiarato di voler garantire "un futuro energetico compatibile e pulito per la regione senza il nucleare" smentite, proprio in questi giorni, dal presidente Carlo Bollino della società GSE (Gestore Servizi Elettrici) alla quale la Regione ha affidato la redazione del PIEAR. Il presidente della società GSE, in una dichiarazione resa alla stampa, ha infatti affermato che “con il nucleare sarà possibile alleggerire le bollette energetiche a beneficio per le famiglie con disagio sociale''.
Tali affermazioni preludono alla realizzazione del cimitero delle scorie radioattive in Basilicata che rappresenterebbe il colpo mortale per una regione già oltremodo ferita ed umiliata, così come testimonia l'approvazione al Senato del Disegno di Legge che rilancia il nucleare e stabilisce che le autorizzazioni ambientali alle compagnie petrolifere vengano rilasciate, in base al "federalismo coloniale", direttamente dal governo pro-dittatoriale in cambio del placet dei senatori lucani di entrambi gli schieramenti politici (Taddei, Digilio, Latronico, Viceconte, Bubbico, Antezza, Chiurazzi) sul "piatto di lenticchie" del governo Berlusconi rappresentato dagli sconti sulla benzina.
Le associazioni e le organizzazioni firmatarie auspicano che sia giunto il momento che i cittadini si sveglino e reagiscano contro il disegno che vuole negare il futuro alla Basilicata portato avanti da società private senza scrupoli che attraverso l'occupazione militare del territorio rischia di provocare danni alla salute e danni irreparabili all'ambiente.

Associazione “Ambiente e Legalità Onlus”
Greenpeace Italia 
Movimento NoScorie Trisaia

Accademia Kronos Basilicata
Forum Ambientalista
Centro d'Arte e Cultura Delta
WolfEmergency
Noi Cittadini Lucani
Comitato No Oil Lucania
Comunità Lucana
Radicali lucani
Cittadini Attivi di Bernalda e Metaponto
Accademia Kronos Nazionale
Associazione Lucana Internazionale
Comitato per la Difesa di Bosco Mangarrone
Gruppo Peacelink Basilicata
Associazione Culturale I Calanchi
Associazione Culturale Allelammie
Comitato per la Difesa dell'Appennino Lucano
Io, Isabella International Film Week
Associazione Pro Loco di Grottole
Associazione Culturale LucaniArt Onlus
Comitato Lucano per il Controllo delle Scelte Energetiche
Comitato per il No alle Antenne Selvagge nel Lagonegrese
Libero Sodalizio per il Vulture
CoSA Comitato Salute Ambiente Pollino
CARC Partito dei Comitati di Appoggio alla Resistenza per il Comunismo
Associazione LucanINatura A.L.I.N.
Comitato Piani dela Cardillo-Poggio Cavallo per la tutela della salute dall'inquinamento elettromagnetico
ALTURA Associazione per La Tutela degli Uccelli Rapaci e dei loro Ambienti
Italia Nostra Crotone
Associazione politico-culturale "di Sinistra", Potenza
Sindacato IUNI Scuola
Associazione Teerum Valgemon Aesai


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti basilicata lucania nucleare

permalink | inviato da astronik il 16/5/2009 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 892491 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
OLA
BASKET LUCANO
POLITICA
LA CITTA' DI POTENZA
SPORT LUCANO
SPORT... IN GENERE
BASILICATA
AMBIENTE
TRASTULLO

VAI A VEDERE

SOLOLIBERALANIMA
CIRCOLO ANGILLA VECCHIA
ENZO FIERRO BLOG
MELANDROWEB
IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA
GAZZETTA DEL MEZZOGIONO
Libera cittadinanza
Liberi da OGM
DISINFORMAZIONE
IL MIO TG
FEDERBASKET BASILICATA
BASILICATANET
SOCIETA' CIVILE
PEPPINO IMPASTATO
CORRIERE DELLA SERA
REPUBBLICA
COMUNE DI POTENZA
ITALIA NOSTRA
ARTICOLO 21
TELEVIDEO RAI
ANSA BASILICATA
ECOAGE
APT BASILICATA
ARPAB
VISITA LA LUCANIA
UNIVERSITA' DI BASILICATA


 
Astronik Antonio Nicastro
Crea il tuo badge

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CERCA